Tu sei qui: Home / Spiritualità del Centro / Esercizi di pratica meditativa / Pillole di Meditazione / Pillole di Meditazione - L'orecchio

Pillole di Meditazione - L'orecchio

Brevi esercizi di pratica meditativa per allargare lo spazio della tua interiorità e assaporare, in un clima di silenzio e di quiete, la verità e potenza della Parola.

 

orecchio

L’ORECCHIO

Nella Bibbia l’orecchio è l'organo per eccellenza dell'ascolto ed è ricorrente l’espressione "Ascolta Israele!", come caratteristica dell'atteggiamento dell'uomo verso Dio, e del discepolo verso Cristo.

La parola ASCOLTO si trova 91 volte nella Sacra Scrittura e 6 volte nei Salmi Puoi verificare andando a Bibbia.net alla voce <ASCOLTO>

E' Dio stesso che ogni mattina apre gli orecchi (Sal 40,7) e li rende pronti all'ascolto (Is 50,4-5).

Infatti "l’orecchio dell'uomo cerca la Sapienza" (Pr 18,15) e '"ascolta la legge"(Pr 18,9).

Ascoltare la Parola con le orecchie è come accoglierla nel cuore {Ez 3,10; 40,4; 44,5).

Senza tale atteggiamento di ascolto, "'la preghiera dell'uomo è abominevole agli occhi di Dio (Pr 28,9).

ESERCIZIO

  • Prepariamoci all’esercizio meditativo mettendoci alla presenza consapevole del Signore e invocando, su tutta la nostra persona, l’azione dello Spirito Santo.
  • Prendiamoci del tempo per dimorare su uno dei seguenti testi, (scegliendone uno dopo averli letti tutti).

 

”Ascolta, Israele, le leggi e le norme che oggi io proclamo ai vostri orecchi: imparatele e custoditele per metterle in pratica.”( Dt.5,1)

Porgete l'orecchio e ascoltate la mia voce, fate attenzione e sentite le mie parole.”( Is 28,23)

“Il Signore Dio mi ha aperto l'orecchio e io non ho opposto resistenza, non mi sono tirato indietro.” (Is 50,5)

“Io t'invoco poiché tu mi rispondi, o Dio tendi a me l'orecchio, ascolta le mie parole” (Sal 17,6)

“Mi disse ancora: «Figlio dell'uomo, tutte le parole che ti dico ascoltale con gli orecchi e accoglile nel cuore” (Ez 3,10)

“Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!” (Mc 4,23)

Al ritmo del respiro lasciamo che risuoni nel cuore, ripetendo il versetto lentamente.

  • Lasciamo che la Parola ascoltata faccia luce sul nostro ascolto:

Chi ascoltiamo? Cosa ascoltiamo? Quando ascoltiamo? Come ascoltiamo?

Il nostro ascolto abitualmente è superficiale o profondo, passivo o attivo,

riflessivo o indifferente, gratuito o interessato? Formatore o de-formante

  • Vivo quì e adesso, questo esercizio di ascolto per lasciarmi nutrire dall’Ascolto:

- ascolto il mio corpo

- ascolto il mio respiro

- ascolto le mie emozioni

- ascolto i miei pensieri

- ascolto le mie aspirazioni e desideri profondi

- ascolto il Signore che mi parla nell’intimo del cuore

  • Invoco su tutto ciò che quì e adesso ascolto, la benedizione di Dio e lo ringrazio.
  • Impegno di vita e grazia da chiedere

- fare attento il mio orecchio all’ascolto dello Spirito di Dio che vive in me;

- imparare a sapere ascoltare in maniera “sapienziale” le persone con cui mi relaziono;

- esercitare l’orecchio al silenzio, quale luogo dell’incontro profondo con un “Oltre” me e “Altro” da me.

 

------------------------------------------------------------------------------------

Se vuoi comunicare qualche tua riflessione o risonanza o semplicemente metterti in contatto con noi, clicca qui